Scones: la ricetta per liberare la fantasia in cucina!


Nel nostro 125° anniversario non potevamo non dedicare un articolo ad una ricetta speciale che ci accompagna da sempre, gli scones. Le fragranti focaccine che sforniamo nella nostra bakery sin dal 1893, anno in cui due signorine inglesi aprirono la prima sala da tè in Italia, a Roma, ai piedi della scalinata di Piazza di Spagna. Da quel momento, Babingtons ha deliziato i propri ospiti con gli scones durante il rito tradizionale dell’Afternoon Tea.

Ma che origine hanno gli scones?

758603 1012 0751 scones

Scones: origini

Gli scones sono oggi il simbolo indiscusso della tradizione anglosassone e, in particolare, dell’intramontabile rito dell’Afternoon Tea. Ma le loro origini sono ancora più lontane e vanno rintracciate in Scozia. Pensate che la prima menzione della parola scone sull’Oxford English Dictionary risale al 1513.

Ma non finisce qui. Perché gli scones hanno un legame anche con la cultura olandese. Il termine scone, infatti, sembrerebbe derivare dall’olandese “schoonbrot”, ovvero “bel pane”. C’è poi chi li lega etimologicamente al termine gaelico sgon e cioè “grande boccone”.

Un’altra curiosità sulla loro origine è la forma. Oggi li conosciamo rotondi, dal diametro di circa 6 – 7 cm eppure, anticamente, in Scozia venivano serviti tagliati in piccoli spicchi triangolari. Ancora oggi, potreste trovarli in diverse forme: tipicamente rotonde nel Regno Unito, ma anche triangolari o esagonali nella loro terra di origine.

Gli scones dell’Afternoon Tea

Ma lo sapevate che gli stessi scones che oggi deliziano i nostri tè delle cinque, più di un secolo fa erano i dolcetti preferiti della Regina Vittoria?

Anche se sappiamo che i primi scones furono sfornati in Scozia, la ricetta fa ormai parte della tradizione gastronomica britannica. Queste tenere focaccine, infatti, sono i tipici delicatessen serviti in accompagnamento all’Afternoon Tea, quel meraviglioso momento della giornata che ci permette uno stop né troppo lungo né troppo breve per gustare dolcissimi aromi burrosi di pasticcini fatti in casa, stuzzicanti assaggi finger food e fumanti tazze di tè dagli aromi più variegati.

Scones: la ricetta storica di Babingtons

Gli scones sono una parte importante della nostra storia. Pensate che non abbiamo mai smesso di sfornarli, neppure in tempi di guerra, quando al posto della farina potevamo utilizzare solo patate lesse ed il latte condensato al posto di quello fresco.

Oggi la ricetta che adoperiamo ogni giorno è la stessa con cui deliziamo i nostri ospiti da generazioni. Eccola qui per voi.

758604 1012 0751 scones1

Ingredienti:


  • 150 gr di burro

  • 475 gr di farina

  • 90 gr di zucchero

  • 2 cucchiaini di lievito in polvere

  • Pizzico di sale

  • latte

Preparazione:
Preriscaldate il forno a 185° C.

Imburrate una teglia da forno.

Mischiate insieme la farina, lo zucchero, il sale e il lievito per dolci.

Tagliate il burro a pezzettini e lavoratelo lentamente nell‘impasto fino a rendere il tutto come mollica di pane.

Aggiungete abbastanza latte da rendere l’impasto morbido, lavorandolo il meno possibile.

Stendete la pasta ad un’altezza di 3 ½ cm e ricavate 16 scones con una formina rotonda di circa 6/7 cm.

Poneteli sulla teglia e infornate per circa 15-20 minuti o finché diventano dorati.

Infine, serviteli caldi con burro, marmellata di fragole e panna acida o panna montata.

Come farcire gli scones

Gli scones sono tradizionalmente serviti caldi tagliati a metà e farciti con clotted cream e marmellata. Ma la verità è che non essendo né propriamente dolci né salate, queste tenere focaccine sono davvero versatili, prestandosi benissimo a tante diverse farciture. Noi da Babingtons abbiamo scelto di servire gli scones nel modo più tradizionale usando la marmellata di fragole e la panna montata, perché la clotted cream è davvero troppo grassa!
Tra le farciture dolci potreste utilizzare diversi tipi di marmellate e confetture oppure delle creme. Sul salato, invece, potete liberare la fantasia con del salmone, prosciutto cotto oppure, rimanendo sempre nella tradizione gastronomica inglese, con del gustosissimo cheddar.

758605 1012 0751 scones2

Anche sull’impasto potete sperimentare molto, ad esempio, impreziosendo i vostri scones con squisite gocce di cioccolato, uvetta, semi di finocchio o di sesamo.

Con gli scones, siete liberi di sperimentare tutta la vostra creatività in cucina!

Dove mangiare scones a Roma

Ma dove mangiare scones a Roma? Oggi questi deliziosi manicaretti sono molto diffusi un po’ dappertutto, ma il nostro consiglio è sempre quello di assaggiarli almeno una volta nella vita nella loro versione tradizionale. Quella della nostra sala da tè, ad esempio, dove da 125 anni ai piedi della scalinata di Piazza di Spagna, prende vita ogni giorno il rituale dell’Afternoon Tea come una volta. La stessa ricetta che adorano i nostri clienti inglesi, che si congratulano spesso con noi dicendo che neanche nel Regno Unito se ne trovano di scones così buoni!