Torta Pavlova: una storia d’amore

Torta Pavlova: una storia d’amore

May 22, 2018
Buona, bellissima, molto elegante: stiamo parlando della torta Pavlova. Vi presentiamo oggi uno dei nostri dolci della bella stagione, proprio quando la pasticceria si veste di fresco e lascia ampio spazio a frutta, creme e sapori che preannunciano l’estate.

Regina della nostra bakery la Pavlova è leggera ed eterea, proprio come la ballerina da cui prende il nome.

Come nasce la Torta Pavlova?

Questo dolce trae il suo nome da Anna Matveyevna Pavlova (1881-1931), celebre ballerina russa nota per la sua incantevole leggiadria. Di lei si diceva, infatti, che durante le sue esibizioni sembrava librarsi in aria come se avesse le ali.

Torta Pavlova: una storia d’amore

Ma dove nasce la torta Pavlova? C’è chi dice che ad inventarla fu uno chef di un hotel a Wellington in Nuova Zelanda, dove alloggiò nel 1926 la bellissima ballerina durante una tournée tra il paese neozelandese e l’Australia. Lo chef, del quale non conosciamo il nome, sarebbe rimasto talmente colpito dalla bellezza di Anna, da perdere la testa e lasciarsi ispirare nella creazione di questo dolce. Questo spiega perché, secondo l’ipotesi maggiormente accreditata, si tratterebbe di una ricetta di origine australiana o neozelandese.

Ma non manca in tempi recenti chi, come il dottor Andrew Paul Wood e l’australiana Annabelle Utrecht, ha affermato che le origini della torta andassero rintracciate in Germania prima e poi in America e nel Regno Unito. Sarebbero infatti oltre 150 le attestazioni di varianti della famosa Pavlova registrate ben prima del 1926.

Perché la Torta Pavlova è così irresistibile

Qualunque sia la sua origine, questa torta ci ha fatto innamorare ed è entrata a pieno titolo nella nostra pasticceria.

La ricetta di base è molto semplice e prevede tre ingredienti: meringa, panna, frutta fresca. Tra le tantissime varianti di frutta disponibili, quella proposta da noi include una copertura di freschissimi lamponi, un piccolo frutto dal colore inconfondibile capace con la sua acidità di smorzare la dolcezza della panna e della meringa. Ma le possibilità sono davvero infinite, se pensiamo che la Pavlova si può arricchire con fragole, banana, uva, kiwi, frutti di bosco, frutto della passione, frutta secca (come pistacchi, noci e nocciole) fino alle varianti più golose con cioccolata e caramello.

La particolarità della torta è quella di avere un esterno croccante e un cuore morbido. Una torta molto semplice, ma al tempo stesso sontuosa; delicata, ma al contempo dal sapore deciso e importante.

Insomma, cominciamo a prepararla? Noi abbiamo già l’acquolina in bocca.

Torta Pavlova: una storia d’amore

Come preparare la mini Pavlova di Babingtons

Eleganti, gustose, fresche e dalla consistenza così leggera e impalpabile. Eccovi svelata in anteprima la ricetta delle mini Pavlova di Babingtons, che troverete nel libro di ricette in stampa per settembre.

Ingredienti:

  • 300 gr albumi freschi, temperatura ambiente
  • 600 gr zucchero semolato
  • zucchero a velo per spolverare quanto basta
  • Per la finitura

  • 500 gr panna fresca
  • 250 gr frutti di bosco freschi

Procedimento:

Preriscaldate il forno a 100°C.

Ricoprite una teglia con carta da forno.

In una ciotola versate gli albumi e mescolateli con una frusta, poi aggiungete lentamente a pioggia 100 gr di zucchero e continuate a montare per circa 1 minuto.

Continuando a mescolare aggiungete di nuovo a pioggia il rimanente zucchero molto lentamente e montate ancora per due minuti.

Distribuite sulla teglia con un cucchiaio delle porzioni del composto per formare delle meringhe monoporzione.

Spolverate con lo zucchero a velo la superficie ed infornate per 2 ore circa.

Quando le meringhe saranno freddate, montate la panna fresca insieme allo zucchero a velo ed inseritela in un sac à poche che abbia il beccuccio di 12mm.

Con un movimento circolare antiorario, coprite la superficie di ciascuna meringhetta con la panna, decorate con frutti di bosco freschi e servite le mini Pavlova refrigerate.

Torta Pavlova: una storia d’amore

I suggerimenti di Chiara

Potete scegliere questa splendida torta per uno spuntino fresco e leggero nei caldi pomeriggi della bella stagione. Oppure - perché no? - gustarlo come dolce a scelta al termine del vostro brunch da Babingtons.

Come miscela da abbinare, vi consiglio un rinfrescante Babingtons White Passion, una miscela a base di tè bianco Pai Mu Tan profumato con pesca, pera e ananas. Leggera ed elegante come la Pavlova!

Tè White Passion - Pacchetto

€ 18.00 IVA Inclusa
€ 16.36 + IVA

Preparazione Quantità: 2-3g per 200 ml Temperatura: 95° Infusione: 1-2 minuti Ingredienti Tè bianco Pai Mu Tan, pezzetti di ananas, petali di camomilla, aromi naturali di pesca, pera e mandorla Consigli Vi consigliamo di bere questo tè puro

Oppure un Oolong tea, tè semiossidato di Taiwan, delicato e leggermente profumato.

Per chi, invece, volesse abbinare la Pavlova ad un drink fresco, vi suggerisco un'altra creazione di Babingtons: il Babingtons Daiquiri Special, un cocktail a base di rum e Special Blend, la prima miscela mai creata per Babingtons negli anni ’50 e ancora oggi il tè più amato dai nostri clienti.

Tè Special Blend - Pacchetto

€ 13.00 IVA Inclusa
€ 11.82 + IVA

Preparazione Quantità: 2-3g per 200 ml Temperatura: 95° Infusione: 3-4 minuti Consigli Vi consigliamo di bere questo blend puro oppure con latte e/o zucchero

La Torta Pavlova vi aspetta tutti i giorni della bella stagione da Babingtons in Piazza in Spagna. E per i più golosi, potete ordinare tutte le mini Pavlova che volete, contattandoci per e-mail all’indirizzo tea@babingtons.com, per telefono al numero 06/6786027 oppure venendo a farci visita direttamente nella nostra tea room.