Comprare Tè


Ricevete la newsletter.

Guida Babingtons per fare una buona tazza di tè

 
Per i veri intenditori del tè, fare una tazza di tè può essere un rituale completo, che riguarda la scelta del momento giusto per una tazza di tè, gli inviti ad alcune persone speciali, magari anche con un tea party, così come tutta la preparazione, la degustazione e la selezione del tè giusto. Non tutti hanno il tempo di fare diventare il tè in un rituale quotidiano, ma ecco alcuni suggerimenti per assicurare che si possa ancora ottenere il massimo dalla propria tazza di tè.

 

Scegliere gli ingredienti giusti

 
Per ottenere la massima qualità dalla vostra infusione utilizzate, se potete, dei tè in foglia intera. Nello scegliere il vostro tè, osservate il colore e la brillantezza, ma soprattutto la forma delle foglie perché più sono intatte migliore è la qualità del tè che si ottiene.

Altro ingrediente fondamentale è l’acqua che, secondo la tradizione cinese, dovrebbe provenire da una sorgente di montagna. In altre parole deve essere fresca e possibilmente avere un Ph neutro.




Selezionare i migliori attrezzi
La scelta della teiera è un altro fattore determinante nella preparazione del vostro tè. Il materiale di cui è fatta la teiera è importante, e anche usare una teiera diversa per diversi tipi di tè.

Le teiere cinesi in terracotta tengono bene il calore, ma assorbono anche l'aroma del tè, quindi dovrebbero essere utilizzate solo per un tipo di tè.

Per i tè più delicati, quali il tè bianco e alcuni tè verdi, è bene utilizzare una teiera di vetro, mentre per i tè neri, gli oolong e gli aromatizzati sono ideali le teiere in argento e in porcellana.


Ovviamente questi stessi principi si applicano per la vostra tazza di tè o mug.

Seguire le indicazioni per la temperatura consigliata dell'acqua e il tempo di infusione

Un tè preparato in maniera sbagliata può riservare una brutta sorpresa. Ecco allora alcune indicazioni che riguardano la temperatura dell’acqua, la quantità di tè per tazza e i tempi di infusione a seconda del tipo di tè utilizzato.
 
Temperatura Quantità di tè Tempo di infusione
Bianco 1a infusione 93°
2a infusione 70/80°C
2,5g 1 minuto
5 minuti 
Verde cinese 85°C 2,5g 2-3 minuti
Oolong 90°C 2,5g 3-4 minuti
Nero a foglia intera 95°C 2,5g 3-4 minuti
Tisane 95°C 2,5g 7 minuti

Per i tè aromatizzati, profumati e per le miscele la temperatura, quantità e tempo di infusione variano a seconda del tè di base: verde, nero oppure oolong. 

Aggiungere zucchero, latte o limone 

L’aggiunta di zucchero, latte o limone è una questione di gusti personali, sebbene sia consigliabile non "condire” i tè più delicati, quali i tè bianchi e la maggior parte dei tè verdi. Se desiderate aggiungere dello zucchero al vostro tè, usatene un tipo che non ne alteri il gusto.

Il latte è più indicato con i tè neri, dal gusto deciso, come i Darjeeling, gli Assam e i Ceylon e con le miscele di tè "classiche” adatte per la prima colazione o per il tè del pomeriggio. 

L’aggiunta di limone nel tè, abitudine per lo più italiana, ne cambia radicalmente il gusto. Provate semmai con una fettina di arancia.

Abbinare un buon tè con cibi salati 

Dopo l’acqua, il tè è la bevanda più diffusa al mondo. Dalle montagne dell’Himalaya, ai deserti dell’Africa, alle colline della Cina il tè è bevuto in tutti gli angoli della terra e in ogni momento della giornata.

Scoprite nuovi momenti per assaporare il vostro tè preferito, magari provando insoliti abbinamenti tra questa affascinante bevanda e cibi salati. Il Lapsang Souchong, un tè nero affumicato, è squisito con i formaggi di capra, il tradizionale Sencha giapponese è ideale con piatti a base di pesce, il Darjeeling è ottimo con piatti a base di uova e con cibi leggermente affumicati e così via…



Ricordarsi di conservare il tè in modo corretto
 

Il tè è molto delicato e si comporta come una spugna. Per questo è importante che venga conservato in modo corretto. I nemici più temibili del tè sono la luce, l’aria, il calore, l’umidità e gli odori.

Pertanto si consiglia di conservare il tè in contenitori non "contaminati” con altri prodotti che possano alterarne l’aroma, possibilmente a chiusura ermetica e non trasparenti. 

Se ben conservato, un tè tradizionale può durare fino a 18 mesi, mentre un tè profumato o aromatizzato conserva le sue qualità per circa un anno.