Comprare Tè


Ricevete la newsletter.

Tè Magazine
Ricerca   Ritorno ai post

Come preparare un buon tè freddo

preparare te freddo
















Benchè si parli di tè freddo già dal 1800 il vero boom del tè freddo avviene nel 1904 al World’s Fair a St.Louis.

Il caldo torrido di quei giorni ispirò Richard Blechynden, un mercante di tè che partecipava alla fiera, a versare il suo tè caldo su tanto ghiaccio, proponendo agli americani presenti una bevanda fresca e dissetante, divenuta nell’ultimo secolo il cool drink per eccellenza negli Stati Uniti. Tanto che lì giugno è stato proclamato "Il mese nazionale del tè freddo”.

Un tè On The Rocks dunque, che oggi viene preparato e sorseggiato in molte diverse fragranze e varietà, ma che di base unisce la bontà e i benefici di questa bevanda all’esigenza di bere qualcosa di freddo.

MA COME PREPARARE UN BUON TÈ FREDDO?

Intanto ricordatevi di utilizzare un buon tè in foglia e acqua pura e fresca . A questo punto, avendo scelto bene i due ingredienti principali del tè freddo, passiamo alla preparazione che può essere fatta in tre diversi modi:

Metodo " a caldo” (adatto per i tè neri)

Questo è il metodo più classico. Preparate un tè caldo un po’ più forte di come lo prendereste normalmente (intendendo per più forte con più foglie e non lasciando in infusione per più tempo!).
Lasciatelo a raffreddare e una volta freddo mettetelo in frigorifero. Al momento di servirlo, mettete 2 o 3 cubetti di ghiaccio nel bicchiere e versateci sopra il tè freddo. Condite poi con zucchero e limone e se vi piace con spezie , frutta fresca, foglie di menta o anche latte.

Metodo "a freddo” (adatto per i tè verdi)

Versate 1 litro d’acqua fredda su 3 cucchiai colmi di foglie di tè, mescolate e lasciate in frigorifero per 4-6 ore. Filtrate poi le foglie e servite su cubetti di ghiaccio prima di condire con zucchero.

Metodo "on the rocks”

Questo metodo è adatto se volete farvi un tè freddo da bere subito. Preparate il vostro tè più o meno zuccherato, con o senza latte o limone e versatelo direttamente in un bicchiere pieno di ghiaccio. Con questo metodo potete utilizzare indifferentemente qualsiasi tè, ma ricordatevi che il ghiaccio si scioglie subito annacquando il vostro tè, quindi il consiglio è di "caricare” un po’ di più l’infusione.



Scritto il  4 lug 2011 14:51  -  Link permanente

Commenti

Nessun commento per quest'articolo.

Lascia un commento

I commenti sono moderati. Non appariranno finche l'autore non li avrà approvati.
Il nome e l'indirizzo email sono obbligatori. L'indirizzo email non sarà visualizzato con il commento.
Il tuo commento
Il tuo nome *
Il tuo indirizzo email *
URL del tuo sito